L’intrattenimento digitale: l’era dei video on demand

Intrattenimento on demand

L’introduzione delle tecnologie digitali ha cambiato radicalmente le forme di intrattenimento. Streaming e video on demand hanno rivoluzionato il modo di guardare i contenuti della tv, ascoltare musica, e giocare.

L’intrattenimento diventa dunque digitale ed è legato all’uso di device. Gli utenti preferiscono scegliere cosa guardare, se utilizzare la smart tv piuttosto che lo smartphone, il pc o il tablet. Il fenomeno che scaturisce dall’intrattenimento digitale è la digital disruption cioè il cambiamento che avviene quando le tecnologie digitali influenzano il valore aggiunto di prodotti esistenti. La digital disruption sta disegnando nuove abitudini anche in un Paese tipicamente “Tv-dipendente” e prospettando nuovi modelli di business. 

Da una recente analisi del nuovo Osservatori EY emerge che la richiesta di video on line aumenta in Italia a macchia d’olio.

Vediamo più da vicino come si differenziano gli  over the top (OTT), cioè i servizi di distribuzione di contenuti televisivi dalla rete internet mediante l’utilizzo di app di successo dedicate.

SVOD

La sigla sta per servizi video on demand, e sono quei servizi che permettono di accedere all’intero catalogo offerto verso un pagamento di un canone fisso mensile.

E’ il caso di:

Netflix, la famosa società americana di contenuti streaming permette agli abbonati di vedere le migliori serie tv e film in streaming legale e senza pubblicità. Parliamo di contenuti originali, serie TV, film, documentari e contenuti per bambini, a cui si può accedere da pc (tramite browser o apposita applicazione), console, smart TV e dispositivi mobili.

Amazon Prime Video è improntato sul modello del precedente ma per i clienti Amazon Prime non è necessario un ulteriore abbonamento. Il servizio è disponibile sotto forma di applicazione mobile per dispositivi AndroidiPhone/iPad e tablet Kindle Fire, dove permette anche di scaricare i contenuti in locale per guardarli offline.

Mediaset infinity consente di vedere subito il contenuto di film, serie e cartoni animati via streaming o di scaricarlo per vederlo in un secondo momento anche senza essere connessi a Internet. Funziona su tutti i device.

Tim Vision (ex Cubovision) è la tv in streaming di TIM che consente di accedere a un ampissimo catalogo di contenuti audiovisivi on demand tramite la connessione internet.

TVOD

Transactional video on demand, è la pay-per-view dove si compra ogni singolo contenuto. Rientrano in questa categoria:

I Tunes,un’ applicazione per la gestione dei file multimediali e dei dispositivi portatili Apple. Sempre all’interno di iTunes è possibile accedere ad iTunes Store, lo store multimediale da cui si può acquistare musica, film, applicazioni ed ebooks per il proprio device.

Chili tv, una proposta tutta italiana nel panorama delle pay-per-view in streaming. Anche in questo caso i contenuti si possono noleggiare o acquistare.

AVOD

Advertising video on demand è il servizio gratuito per gli utenti che possono rivedere ciò che è già andato in onda, ed è finanziato dalla pubblicità. Rientrano nella categoria:

Youtube  la piattaforma di condivisione video più utilizzata al mondo.

Rairaplay  il servizio multimediale della RAI disponibile in versione Browser, e App per iOS, Android, WindowsPhone e TV connessi ad internet.
RaiPlay offre un vasto catalogo di programmi andati in onda negli ultimi 7 giorni attraverso la Guida TV. Tutta l’offerta è in modalità gratuita.

Video.mediaset.it è il servizio rewind di Mediaset analogo a a quello Rai.

Hulu  è un servizio internet di video su richiesta operante nella distribuzione di film, serie televisive e altri contenuti d’intrattenimento.

 

 

 

PVOD

Consente ai consumatori di guardare i contenuti video solo per alcune settimane. E’ il caso di

Fox è il portale dove è possibile guardare serie tv, trailer, leggere news, aggiornamenti e indiscrezioni dagli studios.

Warner Bros Entertainment come il precedente consente di fruire di film, serie tv, e anticipazioni cinematografiche.

MyMovies

L’intrattenimento digitale non riguarda solo video on demand, ma anche il cinema. MyMovies è il primo sito italiano di cinema attraverso il quale è possibile trovare i cinema nelle vicinanze, vedere la programmazione di oltre 3500 sale cinematografiche di tutta Italia. Disponibile anche come app, mymovies permette con molta facilità di guardare le trame dei film e i commenti di esperti a riguardo.Consente di confrontare le offerte dei film in streaming e digital download di iTunesCHILIGoogle PlayRakuten TVInfinity e RaiPlay.  fornisce un calendario dei festival sul cinema.

Musica in streaming

Dal mitico jukebox dove si introducevano le monete e si sceglieva il brano tra quelli proposti, alle telefonate in radio per richiedere la canzone preferita con tanto di dedica, siamo arrivati ai servizi di streaming musicali che permettono di accedere in qualsiasi momento e da qualunque device a cataloghi composti da milioni di brani.

Non si possiede dunque la musica né in forma “solida” (CD, vinile, cassetta), né in forma digitale (sotto le sembianze di un file): quel che si possiede è semplicemente il diritto di accesso e fruizione al contenuto. I brani possono essere organizzati in playlist, ma l’accesso alla stessa sarà sempre e comunque vincolato ad una durata. La scadenza è fissata con il termine del contratto di abbonamento il cui costo si aggira intorno ai € 9,90 al mese. L’Italia è stata uno dei primi pionieri della musica online con la piattaforma Vitaminic, quando ancora non esistevano nè iTunes nè i social network. Era il lontano 1999, e il fondatore della piattaforma, Gianluca Dettori coinvolse 150 mila band per un totale di 500 mila musicisti e 5 milioni di brani musicali che la fecero diventare, leader in Europa.

I colossi per ascoltare musica

Spotify, che debutta in Italia nel 2013 è una piattaforma evoluta, matura, accessibile da pressoché qualsiasi dispositivo esistente in commercio.

Google Play Music, è la piattaforma di streaming musicale offerta dal gruppo di Mountain View. Dall’agosto 2013 è disponibile anche in Italia la formula Unlimited, che a fronte di una spesa mensile permette agli utenti di accedere ad un catalogo composto da milioni di brani, da ascoltare senza alcuna limitazione e salvare nella memoria interna per la riproduzione in modalità offline.

Apple Music è la nuova piattaforma di streaming on demand di Apple. Integrato in iTunes e nell’applicazione Musica di iOS 8.4, l’environment digitale consta di tre sezioni: la principale dedicata allo streaming, Radio per l’ascolto di stazioni 24 ore su 24 e, infine, il social network per gli artisti Connect.

Intrattenimento radio

L’ascolto della radio viene effettuato su più piattaforme. Alla tradizionale fruizione del segnale broadcast in Fm (ricevuto prevalentemente attraverso le autoradio e gli apparecchi radio domestici e/o portatili), si affianca, infatti, l’ascolto attraverso altri device.

Radio Speaker è una piattaforma di streaming che fornisce l’opportunità a molti aspiranti speaker di avere una propria  “web radio” con la possibilità di dirette giornaliere temporizzate e di registrare il proprio podcast per la condivisione. Chi ha un account ( gratuito o a pagamento ) usufruisce della community di “spreakers” come ascoltatore. È indubbiamente un’ottima opportunità per i principianti che vogliano cimentarsi nel mondo della radiofonia, ma il prezzo da pagare è annuale (per gli account a pagamento) o con restrizioni a 30 minuti di diretta giornalieri per gli account gratuiti.

Raireplay Radio Tutti i contenuti live e on demand di Radio1, Radio2, Radio3, dei due canali tematici e dei cinque specializzati ed un solo spazio dove trovarli.

 

Tante sono le app delle singole radio che offrono in maniera semplice e veloce l’accesso ad un mondo di contenuti che ha orizzonti globali; tutto ciò avviene già con internet, ma il mobile ha introdotto la significativa differenza di poter fare tutto ciò con quel piccolo strumento che ormai abbiamo sempre nelle nostre tasche, il nostro cellulare.

 

Ricordiamo le app delle radio più scaricate: Radio Montecarlo, Radio 105, Radio Italia, Virgin Radio Italia, Radio Capital e RTL 102.5.

Guide tv

Essere sempre aggiornati sulle programmazioni televisive è facilissimo attraverso l’uso di siti, ma ancora più immediato con le app. Gli store ne mettono molte a disposizione: Super Guida tv, Guida Programmi Tv , Oggi in Tv. Ora in Tv.

Streaming live

Grazie alla funzionalità di molti social, a ognuno di noi è permesso mostrare in diretta ai propri amici e follower le proprie attività quotidiane.

Quello che occorre per le dirette streaming è una connessione web wi fi o dati molto performante, una webcam e ovviamente dei contenuti da mostrare. Ad esempio le dirette di Witapp riguardano interviste relative al mondo delle tecnologie digitali. Uno dei punti di forza del servizio streaming è la facilità di utilizzo, che permette a chiunque di capire come pubblicare un video in tempo reale sulla propria bacheca. Una volta avviato lo streaming, gli utenti possono decidere se guardarlo in diretta o farlo successivamente.

Durante il video compare il numero di persone che lo stanno guardando, commenti ed eventuali reaction. Questo strumento, oltre che per intrattenimento viene anche comunemente usato per convegni in cui alcuni interventi sono a distanza, senza rinunciare al coinvolgimento e alla carica di emozioni che l’evento dal vivo porta con sé.

Guardiamo insieme le piattaforme più utilizzate per le dirette.

Youtube Live, che consente a chi possiede un canale un canale youtube di trasmettere i propri contenuti gratuitamente.

Facebook Live che permette agli utenti di condividere contenuti su Facebook con amici e seguaci. La gente ama guardare lo stream live su questa piattaforma dai loro profili, dalle pagine così come dai profili pubblici.

Periscope è l’applicazione live streaming integrata con Twitter. E’ particolarmente amata dagli utenti in quanto molto intuitiva.

Younow è una piattaforma Tv Live che nasce come strumento interattivo utile ad incontrare nuovi amici.

Twitch, di proprietà di Amazon,è una piattaforma online per i videogiocatori di tutto il mondo. Sul sito infatti sono presenti solo ed esclusivamente tantissimi video di gameplay. Parliamo di video che spaziano dalle consolle old gen, come la Play Station 3 e la Xbox 360, a quelle di nuova generazione, come la Play Station 4 e la Xbox One, ed ovviamente anche giochi retro, come quelli della serie dei Pokemon e per PC. Il videogiocatore può decidere se essere spettatore di un video di game play in diretta, o giocare e mostrare il proprio video di game play per condividere le proprie abilità.

Insomma, l’avvento delle tecnologie digitali ha stravolto le nostre abitudini offrendoci molte opportunità di intrattenimento che soddisfano tutte le esigenze.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Privacy Policy