L’implementazione di tecnologie mobile e informatiche nell’ambito dell’istruzione.

Implementazione della tecnologie nel sistema di istruzione

Il mondo dell’Istruzione si sta orientando verso una maggiore adozione di sistemi telematici e tecnologici per lo svolgimento di molteplici funzioni.

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha lanciato già da 2 anni una strategia di innovazione per la scuola Italiana per collocarla nell’attuale era digitale. Oggetto di questa strategia è il Piano Nazionale Scuola Digitale diventato una bibbia per tutti i dirigenti scolastici. Non parliamo solo di registro elettronico dal quale vedere i voti  e controllare le assenze, ma molto di più.

Il MIUR e le imprese che operano nel settore informatico hanno stipulato una serie di accordi per introdurre applicativi informatici nelle scuole e nelle università.

Questi accordi prevedono oltre alle agevolazioni economiche sull’acquisto di materiale informatico per le istituzioni scolastiche, che le imprese si facciano carico di sperimentare prodotti tecnologici di significativo interesse pensati per le scuole.

Partnership per la realizzazione degli accordi

Per raggiungere obiettivi come la diffusione di nuove soluzioni tecnologiche a sostegno delle attività didattiche sono state realizzate delle partnership importanti come quelle con Microsoft, Apple, IBM , che insieme ad altre curano aree web rivolte al mondo delle scuole. In particolare diffondono e promuovono il riconoscimento delle competenze informatiche certificate dalle istituzioni scolastiche secondo lo standard internazionale ECDL.

A favorire invece la comunicazione diretta tra famiglia e scuola e tra docenti, esistono delle app. come quella sviluppata da noi, e altre tipologie tra cui:

ARGO-scuolanet che consente alle famiglie, agli studenti, ai docenti e al dirigente scolastico di accedere in qualsiasi momento alle informazioni inerenti il percorso didattico degli studenti (dai voti alle assenze).

Argo-Darwin consente di rielaborare l’orario scolastico in conformità con la relativa riforma .

Sophi@-“La segretaria informatica – ufficio alunni”  realizzata da Brixia Datagest, che oltre a gestire i dati di tutti gli allievi trasferisce in digitale tutti i registri obbligatori nelle segreterie.

Progetto Easy circle academy“, sviluppato da  EtaBeta Multimedia SpA che consiste nella costituzione di un network attraverso il quale diffondere dei corsi multimediali per favorire l’acquisizione di competenze informatiche.

Il software Quadernoweb, sviluppato da  Medianaweb srl, che porta le famiglie a conoscenza di comunicazioni o dei voti degli studenti in modo semplice e immediato.

Il Veliero Scuola , realizzato da  SAM che gestisce da qualche anno attività di laboratorio su internet per bambini della scuola elementare e media.

 

La Multimedialità in aula

Le lavagne nere di ardesia su cui scrivere con i gessetti sono ormai chiuse nei bauli dei ricordi. Al loro posto ora troviamo le Lavagne Interattive Multimediali, comunemente chiamate Lim.

Si tratta di lavagne elettroniche collegate al pc e al proiettore. Quest’ultimo rimanda alla lavagna ciò che appare sullo schermo del computer. Al posto del mouse si usano  le mani (o speciali penne).

Le lim, a differenza delle lavagne tradizionali sfruttano sia il linguaggio visivo che quello interattivo, che è la forma di linguaggio a cui gli studenti  sono maggiormente abituati usando costantemente smartphone, tablet e pc.

Se l’uso dello smartphone è proibito nelle aule, quello dei tablet è in alcune sedi addirittura richiesto. Infatti i libri cartacei sono spesso accompagnati da quelli in formato digitale sui quali è comunque possibile evidenziare, annotare e tanto altro ancora.
Gli ebook multimediali si collegano alla lim e al videoproiettore . Per leggere un ebook è necessario scaricare una app. che ne consente il download. Alcune di queste app. sono Booktabz, Interactiveebook, scuolabook, Bsmart.

Ebook per bambini con DSA

Il sistema di istruzione italiano non può non tener conto di chi ha disturbi dell’apprendimento. L’Associazione Italiana Dislessia ha pensato a realizzare  il “Libro AID” che consente allo studente di compensare le proprie difficoltà utilizzando un software compensativo di sintesi vocale. E’ inoltre possibile costruire mappe concettuali, cioè schemi che rappresentano graficamente le relazioni che si creano a partire da un concetto di partenza facilitando la comprensione del testo.

La scelta di utilizzare libri digitali è forse una delle migliori per compensare le difficoltà dei ragazzi con problemi legati alla dislessia.

Applicazioni per studenti

Gli stores offrono una vasta gamma di applicazioni che possono essere d’aiuto agli studenti di vari livelli di studio per affrontare compiti o esami universitari.

Impara l’inglese gratis è la app. realizzata da MosaLingua Crea per gli studenti che vogliono imparare l’inglese oppure fare un ripasso della lingua comodamente seduti a casa.

My Libretto è un libretto universitario digitale che calcola in automatico la media e consente di tenere sotto controllo velocemente gli esami sostenuti e da sostenere.

Uniwhere: l’App per l’università permette di avere accesso ai propri dati universitari come libretto, tasse pagate e da pagare, e ancora appelli, esami e altro ancora. Tutto questo direttamente da dispositivo mobile. Inoltre all’interno della app. si accede ad una community dove è possibile confrontarsi con altri studenti che stanno preparando lo stesso esame.

Timetable è la app. che gestisce il calendario scolastico o universitario. Una volta inserite le attività di studio, la app. oltre che ricordarne l’orario con notifica, riduce il volume della suoneria durante la lezione.

Diario Skuola.net sostituisce il diario cartaceo. E’ possibile annotare i compiti aggiungere i voti delle interrogazioni, scrivere l’orario delle lezioni, controllare i giorni di assenza.

Da usare solo per correggere e controllare i compiti segnaliamo:

Analisi grammaticale plus  permette di fare l’analisi grammaticale di una frase

Risolvi espressioni, risolve espressioni numeriche e letterali mostrando tutti i passaggi. Questo consente allo studente di confrontare il proprio svolgimento con quello della app. ed individuare eventuali errori.

Matematica – Tavola pitagorica; Italiano-Spagnolo traduttore; Traduttore istantaneo sono altre app. che possono essere un valido aiuto per chi usa questi strumenti. Basti pensare alla comodità di non dover portare con sé libri pesanti col rischio di dimenticarli a casa il giorno del compito o dell’esame.

 

Stimoli per studenti innovativi

Il programma Ego è uno dei più importanti riconoscimenti agli studenti universitari e neolaureati con idee innovative e proposte di business sviluppabili. E’ dunque un premio ma anche un acceleratore per le giovani imprese perchè offre la possibilità di lavorare con rete 5G. La differenza con altri acceleratori o incubatori di impresa è che Programma Ego è no profit.

Questa iniziativa è promossa da Ericsson e Fondazione Lars Magnum.

Le esigenze della formazione cambiano in fretta ed è dunque necessario stare al passo con i tempi.

Viene da pensare che a breve nelle aule scolastiche e universitarie la figura del docente verrà sostituita da un ologramma che svolge la sua lezione.

Ma l’importanza di un buon insegnante rimane fondamentale per la riuscita di un buon studente.

Purché l’insegnante sia al passo con i tempi.