Le tecnologie che hanno portato alla quarta rivoluzione industriale

Le invenzioni nel corso della storia hanno cambiato il nostro modo di vivere e di relazionarci con le persone. Così com’è cambiato il mondo che ci circonda. A determinare questi mutamenti è stata la rivoluzione industriale.

A cavallo tra il 700 e l’800 la macchina a vapore e il carbone hanno segnato l’inizio della prima Rivoluzione industriale.

La seconda invece ebbe inizio verso la fine dell’800 e si sviluppò col motore a scoppio, l’elettricità e il petrolio.

L’energia atomica, l’astronautica e l’informatica hanno introdotto la terza rivoluzione industriale al termine della seconda guerra mondiale.

Quella che stiamo vivendo adesso è la quarta, e a darne origine è la tecnologia digitale, l’Intelligenza Artificiale, la Realtà Aumentata (AR), la Realtà Virtuale (VR) e la Mixed Reality.

Industria 4.0 e l’opportunità di creare nuovi modelli di business

Il Piano nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) è stata l’occasione per tutte le aziende che hanno voluto e che vogliono cogliere le opportunità legate all’introduzione di tecnologie innovative per aumentare la produttività e la qualità degli impianti.

Come? Prendiamo in esame l’Ar: l’utilizzo di questa tecnologia sfrutta i display dei dispositivi mobile e dei wearable device per fruire di informazioni aggiuntive sovrapposte alla realtà che vediamo.

I vantaggi che si possono trarre da questa tecnologia sono infiniti. Ad esempio inquadrando una fotocopiatrice è possibile spiegare come utilizzare la funzione scansione o, ancora, è possibile presentare un macchinario industriale dettagliando le spiegazioni e i manuali di istruzioni grazie al supporto di contenuti che in tempo reale, compaiono sullo schermo mostrando sia l’esterno sia l’interno di ogni componente, video che spiegano il funzionamento di ingranaggi e sistemi, la dinamica dei processi e delle specificità.

In altre parole, queste tecnologie migliorano l’individuazione di soluzioni di efficienza e di efficacia al fine di valorizzare la conoscenza aziendale e i dati digitali.

Tutto questo porta a migliori performance, riduzione dei costi, riduzione dei tempi e quindi maggiore produttività e dunque profitti.

Campi di applicazione dell’AR e VR

I vantaggi di cui godere investendo in Ar e Vr riguardano svariati campi, non solo in quello dell’assistenza.

I settori che fruiscono di queste tecnologie sono in espansione, e i promotori sono la sanità, il turismo, il retail, il gaming, l’education.

Sanità

L’AR viene introdotta nella sanità nel campo dell’assistenza tecnica da GE Healtcare, e si è poi espansa al settore diagnostico e terapeutico.

WitHECA, sezione di Witapp che si occupa di prodotti per l’healtcare, ad esempio ha realizzato un software che applicato su un visore è in grado di trasformare i risultati di una TC in ologramma che può essere ingrandito, girato e avvicinato da chi lo esamina. Prodotti di questa natura ce ne sono diversi, che stanno trasformando (in meglio) il modo di diagnosticare le patologie e i metodi di intervento per curarle (leggi anche il precedente articolo per saperne di più).

Turismo

Sono tanti i tour operator che fanno scegliere ai loro clienti la vacanza attraverso un “viaggio virtuale” della località prescelta utilizzando la VR. Così da pregustare ciò a cui andranno incontro. Alle aziende del settore ha fornito nuove possibilità per valorizzare la propria offerta. Dagli alberghi ai trasporti, passando per la ristorazione ai musei, questa tecnologia può giovare a moltissimi soggetti diversi.

Gaming

Del gaming cosa aggiungere? Cosa c’è di più rivoluzionario di lottare fianco a fianco con i nostri supereroi grazie a un’armatura (visori e guanti) che ce lo consente?

Le app di realtà aumentata più scaricate su iOS nel 2018 sono state: Night Sky, Home Design 3D e Dead Island: Survivors. Su Google Play spopolano invece Guns of Boom: Online PvP Action, ARCore by Google e Sky Whale. In entrambe le piattaforme prevalgono la categoria game: su iOS i giochi rappresentano il 25% dei contenuti di AR scaricati, mentre su Google Play sono addirittura il 74%.

Retail

Nel settore retail, è possibile ad esempio acquistare un divano e vedere come sta nel nostro salotto, se abbinato alle nostre tende piuttosto che al tappeto..

Con l’AR i brand possono offrire ai clienti simulazioni associate alla prova di prodotti e articoli, per altro configurabili a piacere, ma anche spunti per il cross selling o l’upselling, consigli d’uso o indicazioni utili alla geolocalizzazione. Queste informazioni possono essere visualizzate attraverso dispositivi diversi: da uno smartphone a una soluzione di digital signage incastonata in un totem interattivo o un magic mirror.

Istruzione

Nella scuola, insegnanti ed educatori più avvezzi alla tecnologia introducono AR per far familiarizzare gli studenti con materie che vanno dall’astrofisica alla musica, sfruttando i punti di forza di questo metodo: divertimento e coinvolgimento.

Carte vincenti dell’AR eVR

Non si tratta solo di coinvolgere i clienti in esperienze immersive con il brand, ma di compiere operazioni complesse con semplicità di utilizzo, e di avere una diretta percezione dei vantaggi che ne derivano.

Nel settore industriale, ad esempio introduttore questa tecnologia nella Produzione, porta un miglioramento nella comunicazione e quindi nella condivisione delle informazioni all’interno del team.

Nella logistica si riscontra una notevole riduzione degli erroti, nella Manutenzione e Supporto c’è una facilità di comunicazione dei tecnici con esperti a distanza in grado di supportarli.

Le frontiere di applicazione di AR e VR estendendosi forniscono opportunità di Business.