Digital Fitness

Fitness digitale

L’industria del fitness ha un nuovo scenario dovuto all’introduzione di software e tecnologie digitali. Parliamo di sessioni di allenamento in compagnia di istruttori virtuali, applicazioni, device indossabili che misurano le performance atletiche.

 Negli anni 80 spopolavano le lezioni di fitness in VHS di Jane Fonda e Cindy Crawford, oggi ritroviamo programmi di allenamento da svolgere a casa (o all’aperto) in molteplici app correlate di piano alimentare dimagrante

 

Prendono piede le palestre che offrono corsi “digitali”, più economici rispetto a quelli con trainer in carne ed ossa, che dotate di mega schermi consentono di vedere l’istruttore a grandezza naturale e in HD, con sottofondo di musica riprodotta in alta qualità. Quasi come essere al cinema!

 

 

 

E poi ci sono i wereable device come smartwatch, braccialetti, cardiofrequenzimetri digitali. Strumenti in grado di tenere sotto controllo la propria attività fisica e valutare progressi o eventuali regressi fatti.

 

 

 

Technogym pioniera del fitness tech

Technogym, azienda di tecnologia sportiva di Cesena comincia a rivoluzionare le palestre nel 2003 intregrando uno schermo tv negli attrezzi. Nel 2007 è stata la volta del primo prodotto da allenamento connesso alla rete. Nel 2012, Technogym ha realizzato la prima piattaforma cloud per la connessione tra persone, attrezzature e club nel mondo fitness. I dati dell’allenamento possono essere scaricati da qualsiasi app usata e attraverso la piattaforma l’allenamento si può ulteriormente personalizzare.

Con questa tecnologia è anche possibile per l’utente replicare sul tapis roulant il percorso di corsa che è solito fare all’aperto e di migliorare le precedenti performance, monitorando la propria posizione sulla mappa e confrontando la velocità della prestazione outdoor registrata.

L’ecosistema digitale di Technogim riguarda tutto il benessere dell’utente. La piattaforma Mywellness, proposta da Technogym,  monitora lo stato di salute dell’utente, i suoi progressi e l’eventuale insorgere di problematiche, che si possono prevenire.

Movecoin

E’ un’app che si muove su due terreni molto in voga al momento. Quello del fitness tracking, e quello del mercato delle valute digitali. Si tratta di un’app che paga l’utente 10 centesimi per ogni chilometro percorso a piedi. Al termine della camminata, registrata attraverso il gps dello smartphone, la retribuzione è in valuta digitale, cioè in movecoin.

A questo punto l’utente può convertire la cifra in euro accreditandola su una carta prepagata, o utilizzare la “ricompensa” per fare acquisti nei negozi della grande distribuzione.

 

Allenamenti virtuali

Ci sono centri fitness che utilizzano proprie app, come quella realizzata da noi, che informano i clienti sulle news, ricevono le prenotazioni per i corsi,  riportano la scheda digitale dell’allenamento. Sono dei veri strumenti per fidelizzare i clienti già acquisiti e migliorare la comunicazione con loro. Poi ci sono le app che propongono allenamenti da fare in casa o all’aperto che sono tante. Molte di queste hanno le community dove ci si scambia consigli e idee. Quelle che illustriamo sono tra le più usate.

Fit Prime, nasce dall’Università Luiss in collaborazione con il fondo d’investimento LVenture Group, dove è possibile acquistare dei pacchetti di prova ingresso da poter usare nelle varie palestre all’interno di un mese. Con questa app si può cambiare palestra ogni volta che si vuole, abbattendo definitivamente il muro della monotonia che per molti è causa di abbandono all’attività ginnica.

 

App Nike NTC è una sorta di personal trainer che oltre a proporre 100 tipi di allenamento fornisce consigli su come potenziarli, migliorare la respirazione o il controllo del corpo. L’app tiene conto dei progressi conseguiti e adatta l’allenamento successivo.

 

Runtastic è la più usata app per monitorare la corsa ma è presente per ogni tipo di allenamento.

un tocco si fa partire il tracking dell’attività e a fine esercizio (corsa, bici, o altro) è possibile rivedere la propria performance con statistiche e analisi del tracciato.

7 Minute Workout è la app che viene dagli USA e pensata per chi non ha molto tempo a disposizione per allenarsi. Prevede 7 minuti di esercizi da 30 secondi l’uno intervallati da brevi pause. I risultati sono garantiti a patto di farli tutti i giorni.

Pocket Yoga  Tra le tante app di yoga è quella che propone una vera e propria classe di yoga, con tanto di musica e possibilità di proiettare gli esercizi sul televisore di casa.

Endomondo è un’altra celeberrima app di fitness che si pone come un personal trainer. Basta fissare un obbiettivo e l’app formula in base ai nostri sport preferiti dei piani di allenamento.

Device indossabili

La relazione tra gadget hi-tech e fitness è sempre più stretta. Non c’è sport che ormai sfugga all’utilizzo di un dispositivo elettronico. Vediamone insieme qualcuno.

InBodyBand

Si tratta di un braccialetto capace di registrare l’attività fisica di chi lo indossa grazie ai tanti sensori presenti sotto la sua scocca. InBody Band è in grado di misurare la composizione corporea di chi lo indossa, andando a soppesarne massa magra e massa grassa. In questo modo si potrà valutare in maniera più precisa se il lavoro atletico che si sta portando avanti sta dando o meno i frutti sperati.

Smart Mat

E’ un tappetino interattivo adatto a chi pratica Yoga per correggere eventuali errori di postura. Dal tappetino arriveranno indicazioni su quali posizioni assumere e, nel caso di errori, come correggere la propria postura. A fine sessione sarà possibile controllare come si è svolto l’allenamento e valutare punti di forza e punti deboli.

Sensoria fitness è una cavigliera che, posizionata sotto il calzino, registra i dati relativi alle varie sessioni di allenamento che si svolgono e li utilizza per valutare la bontà dell’attività fisica. Grazie ai sensori di cui è dotata, Sensoria registra la frequenza di corsa, il modo con cui si poggia il piede a terra, la velocità raggiunta, la distanza percorsa e molto altro.

 

Garmin Vara Vision

La realtà aumentata al servizio dei ciclisti con questi visori che si montano direttamente sugli occhiali permettendo di visualizzare in diretta i dati registrati dal bike computer Edge compatibile a cui è stato precedentemente associato. Velocità, distanza, tempo di percorrenza, direzione e tanto altro sarà visibile direttamente sulla lente dell’occhiale. Se abbinato al Varia Bike Radar, Varia Vision permette all’utente di avere sotto controllo l’avvicinarsi di eventuali veicoli alle sue spalle.

A giudicare dai download delle varie app sembra che il desiderio di mantenersi in forma, e di stare in salute appartiene a tanti, e a quanto pare anche il desiderio di avere il personal trainer in tasca!!!!

 

Foto Copertina di Francesco Giannoni

 

 

Privacy Policy