Black friday e Cyber Monday: le opportunità per chi acquista e per chi offre

Lo shopping natalizio non aspetta il mese di dicembre, ma si anticipa già alla seconda metà di novembre. Parliamo del Black Friday e del Cyber Monday.

Il primo quest’anno ha come data venerdì 23 novembre, il secondo, come tradizione vuole sarà il lunedì successivo (26 novembre).

Il Black Friday è stato esportato dagli States in tutto il mondo con il boom economico degli anni ’80 e l’avvento del commercio online ha completato l’esplosione della corsa allo shopping che in questa ricorrenza sta battendo anno dopo anno un record dopo l’altro, anche nel nostro paese.

Il Cyber Monday riguarda gli acquisti tecnologici e vi aderiscono i negozi digitali, dagli e-store dei brand più famosi a siti come Amazon, eBay, ePrice, Zalando, Asos ecc.

Non è un semplice prolungamento del Black Friday: in molti casi infatti gli sconti migliori si trovano proprio di lunedì. L’anno scorso, per esempio, Amazon ha messo sconti su 75mila articoli per il Cyber Monday. Il termine è stato coniato dalle compagnie di marketing per spingere le persone a comprare online. E la scelta del lunedì non è casuale: offrire alla gente che rientra a lavorare dopo il week end, la possibilità di continuare a fare acquisti magari durante una pausa.

Per le aziende che aderiscono alla scontistica, la tenuta dei servizi di e-commerce, non è banale. Devono essere in grado di garantire performance di rilievo anche dinanzi a rilevanti aumenti di traffico.

Devono curare la tenuta del sito, il front end, rendere agevole per l’utente destreggiarsi nelle promozioni e nelle fasi di acquisto. Però non è tutto, specialmente se non è parte integrante di una catena di servizi efficiente.

Suggerimenti per pianificare l’e-commerce

Per garantire questi aspetti, oltre a un sistema di trasporto, stoccaggio e immagazzinamento funzionale, è necessario contare su buone performance da parte delle divisioni aziendali coinvolte nel back office e nel customer service. Una volta che l’utente seleziona e compra i prodotti di interesse la relazione non termina. Sia in caso di problemi o necessità legate all’acquisto, sia per proporre ulteriori beni, il brand deve continuare a garantire la propria presenza.

  1. Scegliere con cura i prodotti da scontare.
  2. Ottimizzare le immagini del sito: se troppo grandi incideranno negativamente sulla velocità di carimento del sito web. La navigazione su un sito che si carica lentamente, viene abbandonata più facilmente di un sito veloce.
  3. Rendere gli sconti ben visibili sul sito o sull’app.
  4. Determinare una strategia di comunicazione per informare i clienti abituali.
  5. Usare i social media per indirizzare il traffico sul sito o sull’app.

I Brand più cliccati durante le promozioni

In Italia Amazon è probabilmente il sito che più di tutti fa affari nel Black Friday.

Un’iniziativa curiosa e accattivante è di ePrice, che ha organizzato un concorso che è già cominicato: fino al 22 novembre (cioè il giorno prima del Black Friday) ogni giorno c’è un’ora, la cosiddetta Black Hour, in cui 60 prodotti vengono messi in palio. Per poter partecipare bisogna registrarsi,

Sul sito di Euronics gli sconti invece cominceranno dalla mezzanotte del 23 novembre, e così su quello di Unieuro, quello di MediaWorld e quello di Comet.

Saranno presenti anche i Negozi online di abbigliamento, come H&M, Zalando, o Yoox.

Nel settore viaggi e vacanze,Ryanair ed eDreams aderiscono al Black Friday. La compagnia aerea  però non farà una settimana di promozioni come l’anno scorso ma solo 24 ore.

 

Il conto alla rovescia è già cominciato. Pronti, shopping, via…

Privacy Policy