Turismo e innovazione tecnologica, un binomio vincente.

Il web fornisce un varietà di siti che promuovono il turismo proponendo offerte su pacchetti vacanze, sulle modalità di trasporto o ancora sulle strutture ricettive. Questo rende molto più semplice per l’utente la ricerca delle modalità di viaggio a lui consone.

Il mercato del turismo negli ultimi anni sta crescendo in Europa grazie alla componente innovativa rappresentata dai big data e dall’Intelligenza Artificiale. Le attività in destinazione (come ristorazione, musei, parchi ed escursioni) si stanno digitalizzando sempre di più.

A stabilirlo è l’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano.

Da questa indagine è emerso che la maggior parte dei turisti digitali italiani utilizzano internet per prenotazioni di viaggi last minute e per condividere esperienze. Un’altra parte del campione esaminato utilizza il web per acquisti di una serie di servizi e prodotti legati al viaggio. Questo tipo di turista spende in media di più e utilizza i device mobili.

Le strutture che hanno maggiori prenotazioni sono quelle che instaurano una comunicazione stabile con il cliente attraverso l’invio di mail, o notifiche push in caso di app.

Le attività più prenotate dai turisti digitali invece riguardano la ristorazione. I ristoratori dal canto loro sono molto attivi sulle recensioni: sia nel leggerle che nell’invitare i clienti a scriverle.

Nuovo Piano straordinario della mobilità turistica

E’ il documento che definisce le porte di accesso del turismo italiano (porti, ferrovie, aeroporti) ma anche infrastrutture digitali.Tra i suoi obiettivi  c’è il turismo digitale: il piano intende  promuovere lo sviluppo di piattaforme big e open data per la raccolta di dati sulla mobilità turistica e l’upgrading tecnologico delle infrastrutture di trasporto con soluzioni per l’offerta di servizi digitali integrati lungo tutta l’esperienza di viaggio del turista.

Tax credit per il turismo digitale

E’ il credito d’imposta di cui possono beneficiare le strutture ricettive che favoriscono la digitalizzazione dei servizi offerti. Parliamo di:

  • siti Web ottimizzati per il mobile. Sono ammessi i costi sostenuti per l’acquisto di software e applicazioni;
  • programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi. Sono ammessi i costi sostenuti per software e hardware (server, hard disk);
  • spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e nelle piattaforme informatiche specializzate, anche se gestite da tour operator e agenzie di viaggio. Sono ammessi i costi sostenuti per i contratti di fornitura di spazi Web e pubblicità online;
  • servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale. Sono ammessi i costi sostenuti per i contratti di fornitura di prestazioni e servizi;
  • strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità. Sono ammessi i costi sostenuti per contratti di fornitura di prestazioni e servizi e di acquisto del software;
  • formazione del titolare o del personale dipendente. Sono ammessi i costi sostenuti per il contratto di fornitura di prestazioni e di servizi (docenze e tutoraggio).

Dal travel booking al noleggio di attrezzature sportive

Le start up che si occupano di turismo sviluppano idee innovative come realizzazione di app per la gestione delle prenotazioni, soluzioni per gestire e migliorare la customer experience, lo smart check-in, audioguide scaricabili on line. Non si trascura l’esigenza del turista di vivere un’esperienza di viaggio e si pensa a servizi e idee in grado di migliorarla.

Ci sono poi le start up che pensano ai settori turistici di nicchia, come di chi viaggia con bambini, o con animali, o per fare sport.

Le grandi guide turistiche

Strumento immancabile per il turista è la guida. Da quelle cartacee a quelle online, da quelle scritte da professionisti a quelle scritte dai viaggiatori stessi ce ne sono per tutte le esigenze.

Lonely Planet è tra le più importanti. E’ la casa editrice australiana che pubblica guide turistiche in tutto il mondo. Nasce nel 1973 a seguito di un viaggio in Asia fatto dai suoi fondatori. Oggi le sue guide sono tradotte in moltissime lingue tra cui il cinese. Vanta di aver realizzato la prima guida completa dell’Unione Sovietica.

Routard è la guida che nasce con l’intento di andare incontro a ogni tipo di utente da quello che cerca l’albergo a cinque stelle al gruppo di amici squattrinati che viaggiano senza auto. Caratteristica della Routard è l’assenza di foto: gli autori preferiscono fornire all’utente dettagli sulle descrizioni e non tanto sulle immagini.

Last minute e viaggi low cost

I viaggi prenotati con i last minute (o i last second) nascono dopo l’attentato alle torri gemelle del 2001, quando le agenzie di viaggi e i tour operator cominciarono a registrare delle notevoli perdite a causa della paura della gente degli attacchi terroristici. Non si riempivano voli sugli aerei nè si vendevano le camere di albergo.

Il last minute dovrebbe essere utilizzato per riempire gli ultimi posti rimasti invenduti offrendoli a prezzi scontati.

Tra i siti più gettonati per i viaggi low cost troviamo:

Poracci in viaggio, nato dall’idea di giovani studenti con la passione per i viaggi ma con pochi soldi in tasca. Selezionano dunque i migliori voli e alberghi in termini di costo, tra centinaia di annunci web

Zingarate è il sito dove oltre a trovare idee viaggio, si trovano offerte, racconti di viaggio, consigli, guide, foto e video, condivisi da altri viaggiatori.

Il turismo di nicchia

Fino a qualche tempo fa i pacchetti viaggio venivano “costruiti” in modo che andassero bene al maggior numero di utenti. Oggi le agenzie e i tour operator suddividono i loro clienti in tipologie in base alle loro esigenze.

Vacanze con bambini

Troviamo sul web diversi portali che promuovono hotel per mamme, papà e figli al seguito, e permettono di entrare in contatto e prenotare le strutture selezionate tutte rigorosamente family friendly, tenendo dunque conto delle esigenze dei più piccoli. Tra i più conosciuti abbiamo Family goBimbo in viaggio, Its4kids .

Vacanze con animali

Trovare l’elenco delle migliori strutture turistiche e ricettive in tutta Italia che accettano cani, gatti e altri animali da compagnia è possibile grazie a piattaforme come VacanzeAnimali.it, Zampa Vacanza,  Vacanze bestiali

Vacanze per disabili

E’ possibile selezionare strutture completamente prive di barriere architettoniche in ogni sito di travel booking, ma esistono anche delle apposite piattaforme web specializzate in turismo per viaggiatori diversamente abili o con ridotta mobilità come NoBarrier che offre servizi come noleggio mezzi con comando a mano,viaggi con accompagnatore in minivan o bus attrezzati,visite particolari per non vedenti, attività sportive con istruttori qualificati per sportivi o squadre diversamente abili.

Interrail Pass

E’ il biglietto per viaggiare su quasi tutti i treni in Europa. Dà accesso a 37 compagnie ferroviarie e traghetti in 30 Paesi. È possibile salire sulla maggior parte dei treni semplicemente mostrando al personale l’Interrail Pass, anche se per alcune compagnie ferroviarie è necessario acquistare la prenotazione del posto.

Di grande  utilità è la App Rail Planner che consente di cercare informazioni sui treni ovunque ci si trovi. Funziona senza una connessione internet e dà rapido accesso agli orari di partenza e di arrivo dei treni europei. L’app permette di pianificare un viaggio in anticipo, ma può anche essere utile durante l’attesa in una stazione ferroviaria affollata e si ha bisogno di trovare presto una coincidenza.

App per viaggiare

Oltre i grandi colossi come Booking o Trivago che danno la possibilità di prenotare una camera e confrontare il prezzo dell’albergo scelto in più siti, il web ci offre tanti altri servizi.

Google trips consente di pianificare i viaggi in base alle proprie esigenze: si possono programmare giornate intere con cose da vedere e da fare scegliendo tra una vasta varietà di suggerimenti.

SideKix indica agevolmente i percorsi urbani da percorrere per arrivare nel luogo indicato. Si può cercare ad esempio un ospedale, o una libreria; cercare un percorso veloce o uno panoramico.

Geosure è la app che attraverso il geolocalizzatore fornisce informazioni sul grado di sicurezza del luogo dove si è, indicando i rischi sulla salute, su eventuali problemi politici, minacce ambientali, rischi alimentari e anche info sulla possibilità di furti e aggressioni che si sono verificati nell’area.

Coul Cousin  la app fornisce informazioni date principalmente dai residenti del luogo da visitare.

Tunnel Bear è una app che aiuta a mantenere sicura la connessione internet mentre si è all’estero. Questo avviene utilizzando una VPN (rete privata virtuale) che nasconde l’indirizzo IP e la posizione e fa da “tunnel” in un altro paese, bypassando anche la censura.

Rome2Rio è la app che mostra istantaneamente voli, treni, autobus, traghetti e opzioni di guida con tempi di percorrenza e tariffe stimate.

Hopper è l’app che ci monitora i prezzi dei mezzi per raggiungere una determinata destinazione e comunica all’utente quando il prezzo diminuisce.

Sharewood  è la piattaforma che consente di noleggiare attrezzature sportive e prenotare esperienze all’aria aperta come ad esempio in bici, o sugli sci (da neve o acquatici).

My take it consente al cliente di proporre il prezzo per il soggiorno. Inoltre parte del guadagno proveniente dalla prenotazione viene riservato per valorizzare il patrimonio culturale e artistico della destinazione.

 

 

 

 

 

 

Privacy Policy