Intervista al vicepresidente dell’Associazione Pillole di Parole Matteo Giannoni

Strumenti Digitali per studenti dislessici

Quali sono gli strumenti digitali compensativi per dislessici? Witapp ne ha parlato con Matteo Giannoni, il vicepresidente dell’associazione fiorentina di ragazzi con DSA Pillole di Parole.

Argomenti dell’intervista

Con Matteo si è parlato di disturbi specifici dell’apprendimento e dei relativi programmi didattici personalizzati. In particolare si è approfondito quali siano gli strumenti digitali che possono essere d’aiuto ad uno studente dislessico per accelerare i tempi di apprendimento.

Matteo ci ha dato anche delle informazioni inerenti le applicazioni mobile che vengono usate da studenti dislessici, non tanto in classe, quanto a casa.

Si è parlato di docenti che sono preparati in materia, e di docenti che fanno ancora resistenza. Di alunni insicuri che ancora non accettano di usare tali strumenti per non sentirsi diversi.

Un’intervista utile da ascoltare sia per chi è dislessico, che per chi non lo è proprio perchè chiarisce molti aspetti del mondo della dislessia se si considera che oggi in Italia ci sono 1 900 000 persone con DSA di cui 350 000 vanno a scuola.

L’intervento di Matteo è stato volto ad evidenziare l’integrazione, l’inclusività e la valorizzazione degli studenti dislessici con quelli non dislessici,

Privacy Policy